logo
haut_flash
milieu_flash

Articoli riguardanti le diverse versioni di Geo-Political Simulator.

bas_flash
fond
fond

ADD-ON « EDIZIONE 2019 »
per Power & Revolution

Il pianeta è sotto minaccia!

Il mondo intero è sull'orlo del collasso: riscaldamento globale, disordini sociali, populismo crescente, il rischio di un conflitto mondiale, sovrappopolamento, terrorismo, crimini informatici, nuove zone di guerra, inquinamento, carestie!
Come leader di 30 nazioni simultaneamente, tenta di applicare politiche coerenti ed efficaci, che garantiscano collettivamente un futuro sostenibile per il pianeta.
E in un'altra modalità di gioco, "Chaos 2030", puoi sperimentare il mondo che potrebbe esistere in un futuro prossimo se le cose dovessero andare male: nel mezzo del caos mondiale, dovrai sviluppare soluzioni per mantenere il potere e accrescere la tua influenza…

(per saperne di più)



Scegli il formato

Nuovi contenuti dell'edizione 2019

  • Simulazioni delle principali minacce mondiali
    L'Edizione di Geopolitical Simulator 2019, simula tutti i principali pericoli che minacciano il pianeta e produce una esaustiva valutazione di ciascuno di essi con specifici grafici. La lista delle minacce è sostanziosa e molte sono connesse tra di loro: riscaldamento globale, aumento delle disuguaglianze sociali, rischio di una guerra atomica mondiale, sovrappopolamento, disoccupazione, inquinamento atmosferico, terrorismo, crimini informatici, conflitti regionali, insicurezza alimentare, fame nel mondo, deforestazione, disastri naturali (tempeste, inondazioni, siccità, calore estremo...), innalzamento del livello del mare, acidità degli oceani, estinzione di specie animali, rifugiati climatici, epidemie, interferenti endocrini...
  • Riscaldamento globale
    Uno specifico scenario, "Riscaldamento Globale", basato sugli obiettivi del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC), ha l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5° Celsius per il 2100, e di ridurre del 45% le emissioni di CO2 entro l'anno 2030. Come capo dei 30 maggiori produttori di CO2, inizia una transizione energetica mondiale avviando politiche nei settori delle infrastrutture (smantellamento di centrali di energia termica, costruzione di centrali con energie rinnovabili...), della finanza (tasse sui prodotti petroliferi, tassa sul carbonio...), dell'ambiente, delle innovazioni (trattenimento di CO2, sviluppo di veicoli elettrici...) ... e tutto questo mentre cerchi di evitare carenze energetiche e di mantenere un budget bilanciato e una stabilità sociale!
  • Caos 2030
    In questa modalità di gioco futuristica e distopica, le nazioni hanno guardato dentro loro stesse e hanno optato per forme di governo più radicali, alcune di esse hanno ottenuto l'accesso ad armi nucleari. I rapporti tra questi stati sono tesi, sono fonti di conflitto e le organizzazioni internazionali si sono dissolte. La lotta contro il riscaldamento globale è fallita: le curve della temperatura stanno mostrando un incremento di 7° nel 2100, e si percepiscono gravi conseguenze. Con una crisi economica senza precedenti e una crescita delle ineguaglianze sociali, la popolazione è giunta al limite, e gli sconvolgimenti politici stanno aumentando su questo fertile terreno di instabilità.

Nuove legislazioni e funzioni

  • Applicazione di una nuova "Tassa digitale" sui giganti online
  • Lotta per i diritti delle donne con un budget sufficiente e completo (lotta contro la violenza sessuale, politica educativa sulla parità dei sessi...) e leggi specifiche (molestie per strada, abolizione del tutoraggio dominato dai maschi, lotta alla circoncisione femminile…)
  • Legislazione sui pedaggi autostradali
  • Gioca con fino a 30 nazioni simultaneamente nella stessa partita
  • La possibilità di una tassa sulla cannabis, se quest'ultima è legalizzata e il suo settore economico è aperto
  • Tassa sul carbonio (sulle emissioni di CO2)
  • Introduzione dell'età minima per il consumo di alcool
  • Modalità di difesa attiva per unità lanciamissili e cacciatorpedinieri che possono bombardare unità nemiche che violano una zona protetta (permettendoti di stabilire linee di difesa)
  • Possibility of taking over and governing a conquered country
  • Movimenti distintivi dei lanciamissili in base alle traiettorie dei missili
  • Gestione dell'industria delle auto elettriche e dei veicoli a guida autonoma
  • La possibilità di smantellare infrastrutture sulla mappa
  • Chiusura e riapertura di centrali nucleari
  • Nuova tecnologia: automobili a guida autonoma, treni hyperloop (a più di 1000 km/h, costruibili sulla mappa), centrale per la cattura di CO2, batterie ad alta densità, centrali nucleari di terza generazione (EPR); e l'aggiunta di livelli di progresso per la ricerca scientifica
  • Simulazione di carenze elettriche
  • Quantification of illegal economic sectors (drugs)
  • Proliferation of riots in the region
  • Nuove modalità di visualizzazione, nuove mappe comparative: curve della temperatura del riscaldamento globale fino all'anno 2100; diseguaglianze sociali; popolazioni denutrite; minacce terroristiche; morti dovuti all'uso di droghe; mappe ambientali incluse aree coperte dalla vegetazione, deforestazione, aree coltivate organicamente, mappe relative ai diritti delle donne (uguaglianza salariale, pratica della circoncisione femminile)
  • Opzione di includere o meno dati storici reali nel calcolo dei risultati elettorali
  • Nuovi obiettivi

Dati aggiornati al 01/01/2019

  • Dati di bilancio, economici e sociali…
  • Dati politici e geopolitici: nuovi governi, costituzione di nuovi parlamenti, relazioni diplomatiche fra paesi…
  • Aggiunta di una seconda camera in Brasile (Senato).
  • Dati ambientali.
  • Dati militari e mappe dei conflitti, delle battaglie in corso nelle città e dello stato delle forze che si oppongono.
  • Organizzazioni terroriste: uomini, potenziale e risorse.
  • Designazione di linee ferroviarie ad alta velocità e autostrade.
  • Nuovi personaggi con nuovi volti: nuovi capi di stato o governi (Brasile, Italia, Spagna, Ungheria, Pakistan, Messico...), nuovi ministri e leader di partito (USA, Francia, Germania...), celebrità internazionali impegnate in cause femministe e nuova bandiera irachena.

Consigliamo i seguenti requisiti minimi di sistema:

PC Windows 10 / 8 / 7 ● Processore 2 GHz ● 4 Gb RAM ● 6 Gb di spazio libero su disco ● Scheda audio compatibile DirectX 9 ● Scheda grafica compatibile DirectX 9 : 256 Mb RAM

fond